CON DEEPAK CHOPRA… UNA MEDITAZIONE GUIDATA PER L’AUTUNNO

Ogni stagione ha la sua particolare energia ed in ogni stagione la natura si esplica nel suo costante ciclo di nascita, trasformazione e morte. Come essere umano, che è strettamente connesso ai cicli della natura e ne è direttamente condizionato, puoi catturare ed utilizzare l’energia della stagione che ti trovi a vivere muovendoti attraverso il tuo proprio processo stagionale.

Nei mesi di transizione dall’estate all’inverno, la natura si prepara a numerosi cambiamenti, liberandosi di quello di cui non ha più bisogno. In un certo senso, l’energia dell’inverno è sinonimo di morte con la caduta delle foglie, la terra che si ghiaccia e le ora di luce durante il giorno che via via diminuiscono. Tuttavia l’inverno è veramente il periodo dell’ibernazione e dell’incubazione di quello che si rinnoverà durante la primavera. In verità non c’è morte ma solo un lungo e profondo sonno per far si che la natura prenda una forma diversa. L’inverno è la stagione che prepara la natura al processo di sfoltimento che porterà i semi ad essere piantati per la nuova stagione. E il momento perfetto per fare l’inventario di quello di cui si ha bisogno, per tagliare le cose inutili e programmare dei cambiamenti per i mesi futuri.

Immagina per un momento di prepararti per un lungo inverno. Durante questo periodo, tu sai che i giorni diventeranno più brevi, la temperatura più fredda e dovrai rinunciare ad alcuni dei tuoi comfort. Di cosa vuoi liberarti? Cosa ormai è diventato un peso ed assolutamente non necessario per questo tuo viaggio?
Ad un certo punto, sarà evidente che avrai accumulato un bagaglio troppo grande e che te lo sei trascinato per troppo tempo e che questo ha appesantito la tua vita. E’ arrivato il momento di lasciar cadere tutte le foglie morte e sfrondare i rami secchi. Come accade in natura, hai bisogno di una grossa scopa per spazzare via tutte quelle cose di cui hai avuto paura di liberarti in passato. E’ tempo di abbandonare quelle regole della società che cercano di convincerti che non è accettabile dire la verità e che mettono a tacere quella voce che ti sta convincendo che nel tuo non sentirti a tuo agio alla fine ti trovi benissimo.

Ora è il momento di lasciar scivolare via quello che ti lega ai tuoi ostinati meccanismi di difesa che inevitabilmente agiscono come dei sabotatori sui tuoi sogni. Senza sfrondare le foglie secche non ci sarà la rinascita!

 

Prova questa meditazione guidata per rimanere in contatto, ascoltare e riflettere su dove ti trovi in questo momento nella tua vita.

  • Trova una posizione confortevole, sul tuo divano, la tua sedia o un posto in mezzo alla natura.
  • Connetti il tuo corpo con il tuo respiro, lentamente inspira con il naso ed espira con la bocca. Presta attenzione a come il tuo corpo e la tua mente iniziano a rilassarsi.
  •  Visualizza un’immagine della natura autunnale: foglie rosse, marroni, verde scuro e gialle sulla terra, il soffiare di una fresca brezza, l’aridità dei boschi, degli alberi e della terra.
  • Immagina che il tuo corpo, il tuo respiro, le tue emozioni e la tua mente siano un’estensione della natura. Forse vedi te stesso come una grande quercia, o forse pensi ad una foschia mattutina sulle rive di un lago o ti stai semplicemente crogiolando al tramonto di un tardo pomeriggio o nel bagliore di una luna d’autunno.
  • Prendi consapevolezza che il tuo viaggio interiore sta per cominciare. Preparandoti per una tua rinascita, dopo lo sciogliersi dei ghiacci invernali, abbi il coraggio di sognare la persona che ti piacerebbe essere, le attività che vorresti svolgere, l’ambiente che vorresti veder prosperare, lo stile di vita che vorresti avere da quando ti svegli al mattino a quando vai a dormire la sera.
  • Lascia che la tua immaginazione corra libera e permetti a te stesso di vedere quello che vorresti vedere, di ascoltare quello che vorresti ascoltare, di sentire quello che vorresti sentire se i tuoi desideri diventassero realtà.
  • Definisci un’area della tua vita in cui avverti una certa pesantezza, un carico non necessario. Potrebbe trattarsi dei troppi beni materiali che hai accumulato (troppi mobili, vestiti, vecchia bigiotteria o semplicemente pile di carta). Forse il tuo carico riguarda invece l’area della tua relazione, della tua carriera, della tua salute ed il tuo stato di forma fisica, della tua famiglia?
  • Ora, riconnettiti con il sogno di come vorresti fosse la tua vita, di come vorresti sentirti, di come vorresti essere libero dal peso che ora ti stai portando dietro, di come ti piacerebbe vivere che è sicuramente diverso da come invece stai vivendo ora, di come il tuo livello di energia e la tua chiarezza mentale ti possono stimolare verso i tuoi obiettivi. Crea una rappresentazione interiore (un’immagine visiva, una sensazione, un suono) di come tu, la tua vita e l’ambiente che ti circonda potrebbero essere diversi.
  • Quando ti crogioli nell’immagine di come le cose dovrebbero andare, chiedi a te stesso: “Di quali qualità avrei bisogno per essere quel tipo di persona che non si trascina più dietro i suoi pesi ma è pronta ad affrontare un nuovo percorso verso il suo vero Se?” Queste sono le domande che devi farti: “Hai bisogno di maggiore compassione verso te stesso o verso gli altri? Hai bisogno di ascoltare con più attenzione senza sentire il bisogno di aggiustare le cose o giustificare la tua posizione? Hai bisogno di alimentare maggiore forza così da poter mantenere dei limiti? Hai bisogno di essere più onesto?”
  • Ora cerca di immaginare le qualità che ti darebbero il potere di creare il cambiamento, di chiedere a te stesso “quali passi devo fare per sentirmi inspirato, motivato e ricaricarmi per andare avanti? Di quali emozioni, credenze o comportamenti ho bisogno per smettere di sentirmi una vittima e diventare la persona che voglio diventare?”
  • Fatti guidare dal tuo cuore piuttosto che dal tuo intelletto e permetti a te stesso di mettere in pratica quelle azioni che ti permetteranno di sfoltire il tuo mondo interno ed esterno per fare spazio al tuo nuovo sentiero che ti condurrà nel prossimo viaggio.
  • Quando ti senti pronto, fai un respiro lento e profondo, poi apri gli occhi. Prendi il tuo diario e scrivi quello che hai provato durante la meditazione guidata. Prendi nota di come vuoi vivere la tua vita, di cosa ha bisogno per liberarti dai rami secchi, di quali qualità o caratteristiche hai bisogno di sviluppare e quali azioni specifiche devi intraprendere, incluse quelle con cui cominciare oggi stesso.

 

Intraprendi un’azione ogni giorno; questo ti aiuterà a riprendere il controllo della tua vita e ad assumerti la responsabilità di ogni tua scelta e di ogni tua azione. E’ un processo che lascia andare tutto quello che non ti rappresenta: le relazioni tossiche, le credenze limitanti, gli ostacoli che ti impediscono di vivere i tuoi sogni. Quando inizi un nuovo percorso, tutto quello che hai portato a compimento ti seguirà, ma, per iniziare una nuova stagione, lasciati pure indietro quello che non vuoi portarti.

Avvicinati all’autunno con aspettative ed entusiasmo, osserva la sua energia e come questa ciclicamente si muove attraverso le sue fasi. La natura si muove lentamente e sempre nella direzione di armonia e sostenibilità. Puoi imparare molto se nella tua vita ti connetti con questo processo, se rallenti e presti attenzione.

Leave A Comment