Come tutti i grandi esperti anche David Meerman Scott si è cimentato nell’elaborare ipotesi assolutamente innovative nel proprio settore…

Monetizzazione dei micro contenuti: cosa devono sapere gli addetti marketing sul sistema “blockchain” e come questo può tornare a loro vantaggio?

Penso che la tecnologia blockchain si possa considerare strettamente collegata al marketing e che nel futuro questo aspetto assumerà sempre più importanza come è accaduto in passato con la rete.

BLOCKCHAIN: COS’E?

Se il concetto di blockchain vi risulta ostico, come è successo a me alcuni anni fa, provate a pensare ad un libro maestro, ovvero ad uno strumento dove si registrano tutte le transazioni.

Prima della blockchain era necessario un intermediario finanziario, con un costo relativo, per portare a termine la transazione fra le due parti. Ecco, ora non ce n’è più bisogno, è la tecnologia blockchain a fare questo lavoro.

La tecnologia blockchain è un registro pubblico e condiviso che si aggiorna automaticamente su ciascuno dei “client” che partecipano al network. Tutte le operazioni effettuate sono confermate attraverso software di crittografia, che verificano un pacchetto di dati che viene utilizzato per firmare le transazioni, garantendo l’identità digitale di chi le ha autorizzate.  La caratteristica principale del modello, dunque, è che il funzionamento non è garantito da un ente centrale, ma ogni singola transazione è validata dall’interazione di tutti i nodi.

BLOCKCHAIN E BITCOIN

Ad oggi la più famosa applicazione di blockchain è il bitcoin, un sistema di pagamento digitale, che permette alle persone che posseggono questo tipo di valuta di fare delle transazioni con altre che accettano questo tipo di pagamento, bypassando gli intermediari finanaziari come le banche o i network delle carte di credito o sistemi di pagamento on line come PayPal.

Mi sono venute in mente alcune idee su un’eventuale applicazione della blockchain al marketing. Questo perchè ci sono tanti trasferimenti di piccoli contenuti che oggi ancora no, ma potrebbero avvenire un giorno, al di fuori dei network a pagamento di cui oggi non possiamo fare a meno se vogliamo raggiungere i nostri clienti.

BLOCKCHAIN E MARKETING:

1) I contenuti potrebbero essere venduti direttamente e più semplicemente dai loro creatori ai consumatori interessati. Ciò vuol dire che film, canzoni, ebook, fotografie, potrebbero essere venduti direttamente al consumatore senza passare per quegli intermediari che oggi invece ci permettono di avere accesso a questi contenuti come Netflix, Spotify, Amazon, Kindle. E questa transazione finanziaria tra il creatore del contenuto ed il destinatario finale potrebbe avvenire attraverso la blockchain.

2) Relativamente alla vendita di contenuti direttamente al consumatore finale, le notizie potrebbero essere monetarizzate. Potremmo avere accesso a quelle che ci interessano di più senza dover sottroscrivere l’abbonamento, per esempio ad un giornale on line. A seconda della natura della notizia e del momento in cui è stata pubblicata (se è vecchia o recente), il suo prezzo potrebbe variare. Se poi volessimo accedere a dei video o a delle fotografie correlate queste potrebbero avere un prezzo separato.

3) I consumatori potrebbero vendere la loro attenzione a coloro che creano gli annunci pubblicitari, potenzialmente bypassando network come Google Adwords. Immagina che ogni volta che vedi un annuncio publicitario vieni pagato con una piccola somma di denaro. Stabilire l’ammontare non è una cosa facile… Dipende da tanti fattori come per esempio il valore del prodotto a cui il consumatore è interessato.

4) Immagina un social network popolare e di successo che però non sia proprietà di una delle grandi corporation come Facebook o Twitter, le aziende che ad oggi monopolizzano il modo in cui noi comunichiamo.

5) Desideri che una celebrità menzioni il tuo prodotto magari con una foto su Instagram? Oggi esiste una piattaforma che si chiama “Socialmedia.market” che si basa sulla blockchain. Si tratta del primo ecosistema decentralizzato per l’interazione con gli influencers dei social media. La piattaforma garantisce trasparenza ai brand che lavorano con i social media influencer.

 

Il mondo Digital sta prendendo sempre più piede nel mondo tangibile, ci aspettiamo che questa nuova tecnologia molto utile sia presto alla portata di tutti, senza alcuna barriera che alimenti il digital divide.

Leave A Comment